Home » Lost (Quarta Stagione)

Lost (Quarta Stagione)

Nome Originale: Lost
Tipo: Serie Tv
Genere: Avventura / Mistero / Dramma
Stagione: 4^
Episodi: 14

Eccoci finalmente all’atteso completamento della quarta stagione di Lost. E come ogni anno non mancano le domande, a cui ovviamente gli autori non danno risposta.

(inutile aggiungere che questa review può contenere qualche anticipazione)

Cosa cambia quindi rispetto alle tre serie precedenti? Come già il clamoroso finale della terza serie aveva annunciato sono comparsi i cosiddetti “flash-forward”. La storia narrativa infatti scorre su 2 tempi principali, passato e futuro. Mentre prima era “presente” e “passato” (per raccontare le varie storie dei personaggi) adesso la trama si evolve tra la vita sull’isola prima di andarsene, e gli anni successivi alla dipartita.
Come scritto in apertura gli episodi sono 14, un pò pochi se raffrontati con tutto il passato di Lost, ma comunque sufficienti a dare una chiusura alla quarta serie e a non sembrare “stretti” per la storia da narrare.

Cosa dire della serie? Mentre il reparto musicale rimane quasi invariato (scelta che può anche essere un pò negativa) vi sono molti cambiamenti, e vengono mostrate sempre più informazioni riguardanti l’isola ed i suoi abitanti. C’è anche qualche calo “qualitativo” di alcuni personaggi molto caratteristici come Sawyer, che perde quasi tutta la sua verve comica, per riacquisirla (fortunatamente) nell’ultima mezz’ora del finale.

Ma non è tutto qui. La quarta serie è una serie buona, con alcuni picchi positivi e negativi che la rendono mediamente adatta agli spettatori fidati di cui ormai ha conquistato il cuore. Splendide ed indimenticabili le puntate dedicate a Desmond (Il miglior character della serie) e Sayid, ed anche quella dedicata a Ben lascia il segno. Mediocri altre puntate, troppo spesso incentrate su soap opera volutamente forzate all’interno della serie.

Ed il finale? Il finale è adatto a tutto quello che è Lost: Darvi altre domande, facendovi dimenticare quelle a cui non vi hanno risposto.
(Un piccolo consiglio per chi, come me, se lo guarda tranquillo al pc. Nel season finale vi verrà accennato il nome di un personaggio che non avrete mai sentito. Non cercatelo prima della fine, o rischierete di scoprire cose di cui avreste fatto volentieri a meno)

Effetti Visivi : 6 1/2 (le scene finali in elicottero sono troppo scadenti)
Regia : 8
Audio : 7
Storia : 8
Character : 8
A.P. : 8
Voto Complessivo : 8

Andrea (sdl)

3 comments

  1. Cano says:

    Finita di vedere in tempo per l'inizio della quinta, sono rimasto piacevolmente deluso. Nel senso che la serie in sè è buona ma se paragonata alle tre serie precedenti è dichiaratamente inferiore. 14 episodi sono utilizzati per raccontare uno spazio di tempo particolarmente breve e sono allungati dai flashforward che secondo me, a differenza dei flashback delle serie precedenti, non danno profondità alla storia e sono molto meno avvincenti dei vari avvenimenti che accadono sull'isola. Ho provato la sensazione che tutto il periodo di tempo mostrato nel futuro sia superfluo. Anche se è ovviamente possibile che risulti necessario alla quinta serie e siano stati costretti a allungare il brodo a causa dello sciopero.

    Per quanto riguarda Sawyer in certi punti sembra totalmente fuori dal personaggio, non solo primo di verve comica, ma anche troppo buono.

    E adesso vediamo come inizia questa quinta stagione…

  2. ciokkopigna says:

    ……………………..Non leggete il commento se non avete visto la serie 3 e 4. E' vero, Sawyer è diventato meno aggressivo nella quarta stagione, MA non ha smesso di dare soprannomi, non ha smesso di mettere in atto i suoi machiavellici giochini.. secondo me si è solo un po' addolcito. Probabilmente è stata una scelta voluta dagli autori. Il personaggio di Sawyer, fin dalla prima serie, è sempre stato inquieto a causa della sua croce, uccidere l'uomo che gli ha rovinato la vita. Nel momento in cui lo uccide, è come se fosse riuscito a mettersi l'anima in pace, diventa una persona diversa, ma non per questo meno apprezzabile. Ho amato il suo personaggio fin dal primo episodio e a parer mio gli autori della serie ci hanno regalato una quarta stagione spettacolare. I flash forward sono geniali..all'inizio ti lasciano un po' spaesato, ma non è una sensazione familiare quando si parla di Lost?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *