Home » Impressioni: Anime in corso – Luglio 2008

Impressioni: Anime in corso – Luglio 2008

Generalmente questo sito ospita recensioni su opere viste per intero o notizie su produzioni non ancora uscite. In questo spazio ho invece intenzione di esprimere brevemente i miei pensieri su serie che sono adesso in corso di trasmissione. È evidente che un giudizio su una serie incompleta non può essere definitivo, in quanto la qualità di una serie potrebbe andare in crescendo o la serie potrebbe avere interessanti solo i primi episodi. Ricordo, ad esempio, che smisi di vedere l’ottimo Chrono Crusade al secondo episodio e solo per le pressioni del nostro Andrea (sdl) decisi di riprenderlo. Confido tuttavia di poter essere utile a coloro che sono indecisi tra l’iniziare a seguire una delle serie in corso quest’estate o meno.

Adesso seguono, finalmente, i commenti 🙂

Kaiba (Ep. Visti: 9 su 12)

In un futuro dove i corpi possono essere costruiti e le memorie trasferite, Kaiba, il protagonista, vaga privo di memoria avendo come unico indizio la foto di una ragazza dentro un medaglione. Con uno stile di animazione sperimentale ben riuscito, un ottimo approfondimento dei personaggi e un solido intreccio, se anche il finale si rivelasse adeguato sarebbe un anime di prima scelta. Per adesso ne attendo a gloria ogni episodio.

Kara no Kyoukai (Ep. Visti: 2 su 5)

Tratta da un libro scritto da uno dei fondatore della TYPE-MOON, la serie di cinque film si ambienta nello stesso universo della loro celebre produzione Tsukihime, seppur con altri personaggi. Le animazioni sono ottime, la colonna sonora è targata Kajiura e la trama è oscura e intrigante. Per adesso due buoni film.

Macross F (Ep. Visti: 7 su 25)

Macross.. e sai cosa scegli 🙂 Fedeli alla prima storica serie, Macross Frontier ci propone una minaccia aliena, un’astronave enorme, un gruppo di piloti e una coppia di cantanti. Personaggi ben caratterizzati, animazioni stupende e colonna sonora di Yoko Kanno fanno dimenticare che forse la storia sa un po’ di già visto.

Mobile Suit Gundam 00 (Ep. Visti: 25 su 25+seconda stagione)

Se l’ultima serie di Macross si sta rivelando un buon prodotto, non posso dire lo stesso dell’ultimo Gundam. Qui un gruppo di una ventina di persone decide di combattere “la guerra che fermerà tutte le guerre” con un’astronave e quattro gundam contro tutti gli eserciti della Terra. Vincendo la maggior parte delle battaglie grazie ai quattro mobile suit MOLTO più forti di tutti gli altri messi insieme. E con un gruppo di protagonisti che non solo fa rimpiangere Amuro e Char, ma anche Kira e Athrun (e forse pure Shinn). Animazioni di qualità e la speranza che una serie targata Gundam non potesse essere così brutta mi ha portato alla fine della prima stagione che, migliorando nel finale, si rivela sufficiente.

Mugen no Juunin (Blade of the Immortal) (Ep. Visti: 1 su 13)

Se questa serie fosse bella quanto il fumetto (noto in Italia come L’Immortale) sarebbe un capolavoro. Dal primo episodio, purtroppo, non sembra esserlo. Il carattere del protagonista sembra cambiato rispetto al manga, le animazioni sono di bassa qualità e anche il quantitativo di sangue sparso dalle armi dei personaggi sembra molto calato. Inoltre, in 13 episodi, mi domando se animeranno solo una piccola parte della serie o faranno un enorme riassunto. Per ora mi sembra un’opportunità sprecata.

RD Sennou Chousashitsu (Real Drive) (Ep. Visti: 8 su 26)

Questo anime deriva da un’opera di Masamune Shirow e si vede. Le varie “immersioni” che avvenivano in Ghost in the Shell sono l’argomento portante di Real Drive. “The Metal” è una rete in cui ci si può immergere e trovare varie realtà. Dopo otto episodi l’anime è interessante, le storie raccontate sono piacevoli, le animazioni belle, ma ancora non si capisce dove l’anime voglia andare a parare. Comunque una serie ricca di potenziale da tenere in cosiderazione.

Sekirei (Ep. Visti: 1 su 12)

Il solito liceale sfigato giapponese incontra una ragazza dal seno ENORME, inseguita da altre due che vogliono ucciderla. Ma, con l’aiuto del ragazzo, i poteri di lei si risvegliano. Bah. Si direbbe il solito anime per metà commedia, per metà combattimento e per intero ecchi che fallisce su tutti i fronti. Non ne vedrò il secondo episodio a meno di pressanti consigli.

Slayers Revolution (Ep. Visti: 2 su ?)

Lina Inverse è tornata! Sono sempre stato un fan della saga di Slayers e vedere dopo anni una nuova serie tv è una soddisfazione. Soprattutto perchè i primi due episodi si mantengono sullo stile delle serie passate. Con un ispettore che vuole arrestare Lina Inverse per il crimine di “essere Lina Inverse” e un piccolo animaletto con la capacità di lanciare il Dragon Slave e il coraggio di chiamare “piatta” la protagonista, ci dovrebbe essere di che divertirsi.

Soul Eater (Ep. Visti: 11 su 51)

Questo è uno shounen coi fiocchi. Personaggi improbabili e divertenti, combattimenti entusiasmanti, disegni particolari, commedia e solo un filo di fanservice. La storia è quella di tre coppie di tecnici e relativa arma (in forma umanoide) iscritte all’accademia degli shinigami impegnate nel tentativo di raccogliere anime malvagie per salvare gli umani e potenziare le loro stesse armi. Il risultato è eccellente.

Tetsuwan Birdy Decode (Ep. Visti: 2 su 13)

Birdy è una bella agente speciale venuta dallo spazio sulla Terra inseguendo un paio di criminali alieni. Tsutomu è il classico liceale giapponese. La vita di quest’ultimo si complica quando viene ucciso durante un combattimento fra Birdy e un alieno e l’unica possibilità per salvarlo è quella di inglobare la sua personalità in Birdy. Una serie che secondo me non ha niente per restare fuori dal gregge, anche questa da me abbandonata al secondo episodio.

To-LOVE-Ru (Ep. Visti: 1 su 26)

Da un lato, Ryuuki Rito, l’ennesimo liceale giapponese segretamente innamorato di una ragazza. Dall’altro Lala, una principessa aliena che gli piomba nuda nella vasca da bagno mentre fugge dagli uomini del re suo padre che la vuole costringere al matrimonio. Un fanservice esagerato per una commedia che, anche se a prima vista mi ricorda Lamù, non sembra poi così divertente. Abbandonata.

Yakushiji Ryoko no Kaiki Jikenbo (Ryoko’s Case File) (Ep. Visti: 1 su 13)

La storia è quella di Ryoko, una detective tanto bella e intelligente quanto viziata e arrogante, e del suo collega/servo Junichirou, impegnati a risolvere i casi inspiegabili di Tokyo. La storia non sembra granchè, mentre i personaggi mi paiono interessanti. Un episodio è forse troppo poco per giudicare.

World Destruction (Ep. Visti: 2 su 13)

In un mondo dove gli uomini-bestia dominano sugli umani veri e propri, l’umana Morte (si chiama proprio così) ha un obiettivo quantomeno bizzarro per una protagonista: la distruzione del mondo. A lei si affiancano un bravo ragazzo la cui unica caratteristica pare poter essere attivare il Destruct Code, l’artefatto che può distruggere il mondo, e un eroico orsacchiotto abile con le armi. Non sembra poter essere una grande serie, ma forse per brevità e originalità potrebbe essere vista per intero.

Cano

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *