Home » 24: Redemption (Day 7 Prequel)

24: Redemption (Day 7 Prequel)

Titolo Originale: 24: Redemption
Genere: Azione, Drammatico
Anno: 2008
Durata: 89′
Regia: Jon Cassar
Nazione: U.S.A.
Sito Ufficiale: http://www.fox.com/24
Cast: Kiefer Sutherland, Cherry Jones, Colm Feore, Robert Carlyle, Jon Voight, Peter MacNicol
Data di messa in onda: 23 Novembre 2008
Network Televisivo: FOX
Caratteristiche: Prequel della Settima Stagione di 24

Nella storia di 24 non si erano mai visti prequel di così ottima fattura e così ben curati. 24:Redemption, andato in onda il 23 Novembre sulla Fox, infatti è uno special-event di due ore dato impasto a noi spettatori per placare la nostra fame di 24 e l’enorme attesa impostaci per la nuova stagione del telefilm che dal 2001 ci tiene incollati allo schermo.

Le avventure di Jack Bauer rimbombano in tutti i televisori del mondo, avendo creato in 7 anni un quasi-supereroe che senza potere, ma solo grazie alla sua forza, intelligenza e al suo orgoglio riesce sempre a salvare l’America da attacchi nucleari/terroristici o da perfidi giochi di potere.
Con un mostruose crescendo di ben SEI stagioni, nell’autunno 2007 si annunciò già questa nuova stagione programmata inizialmente per il Gennaio 2008. Come sappiamo tutti però a Novembre imperversò il malefico Writers Guild of America strike che fermò la produzione della serie e quindi fu deciso in un rinvio direttamente di un anno.

24: Redemption, già largamente esaminato nell’articolo precedente, voleva essere sfruttato come prime due ore iniziali della nuova serie, visti i problemi di tempo (la stagione non sarebbe durata sufficientemente per reggere 24 episodi a cadenza di un episodio a settimana) per questo si è deciso in uno special event di 2h e una premiere da urlo: 4h di 24 diluite in due serate consecutive. Il Day 7, a grandi linee, vedrà Jack Bauer a Washington D.C. costretto al confronto in aula per rispondere di tutti i fatti accaduti qualche anno prima. Un’emergenza però lo costringerà a sospendere temporaneamente il processo, portando a collaborare con l’NSA (eh già il CTU è finalmente scomparso) per fronteggiare un attacco terroristico, a opere di una persona molto cara a Jack.

Kiefer Sutherland è Jack Bauer

Redemption, intanto, ci vuole raccontare come il protagonista si ritroverà costretto alla presenza del processo, visti i suoi anni passati da latitante, spiegandoci alcuni fatti avvenuti in questi mesi e descrivendoci la nuova struttura governativa che si sta insediando alla Casa Bianca.
Jack attualmente è in Sud Africa, stabilito da qualche mese in un campo per orfani di guerra, costruito da un suo vecchio amico commilitone. Qui egli trascorre le sue giornate aiutando i bimbi nelle faccende giornaliere, occupandosi di loro e gustandosi la sua tanto agognata “libertà“.

Ovviamente i problemi riescono sempre a raggiungerlo in qualunque parte del mondo egli sia visto che si ritrova tra i piedi un ufficiale del Governo Americano, di istanza nell’ambasciata U.S.A. in Sangala (SudAfrica), che ricorda al nostro latitante che sulla sua testa pendono numerosi ordini federali di comparsa che gli potrebbero costare un arresto forzato con trasporto immediato a Washington.

Jon Voight nuova star di 24

Nel frattempo nella stessa zona del continente africano un gruppo di patriottici africani, comandati dal Generale Juma sta tentando di acquisire il potere con la forza, arruolando al suo seguito tutti i bambini della contea, trasformandoli in piccoli assassini a sangue freddo. Dietro quest’azione militari, oltre i vari pazzi patriottici sudafricani, si rivela un personaggio abbastanza interessante: Jonas Hodges (Jon Voight). Hodges spinge per il colpo di stato dei militari sudafricani, alimentando le loro forze con grossi quantitativi di armi e di strumenti tecnologici, premeditando una formazione di numerosi conflitti in Sangala. Questo personaggio si vede implicato in diverse azioni, bancarie e politiche, si ritrova anche molto vicino al nuovo Presidente degli Stati Uniti, ma non sappiamo ancora che vesti abbia e quali siano i suoi diabolici piani.

Il Generale, scoperta la scuola di orfani piena di bambini, decide di aumentare il suo esercito prendendo la scuola e arruolando forzatamente tutti i ragazzini, ma dovrà prima fare i conti con una persona. Infatti Carl Benton, fondatore della scuola, scopre in anticipo il piano del Generale e avvisa Jack Bauer, in procinto di lasciare la sua dimora, dell’imminente pericolo che di sicuro non può ignorare. Jack decide di restare per portare in salvo i bambini dando inizio ad una sanguinosa sparatoria che lo costringerà ad accompagnare i suoi amici fino all’ambasciata americana dove sarà arrestato per i mandati di comparizione non rispettati.

Cherry Jones è il Presidente Allison Taylor

In contemporanea negli Stati Uniti d’America si stava consumando la cerimonia di Insediamento del nuovo Presidente degli Stati Uniti. Noah Daniels, Presidente ancora in carica, conosciuto per aver sostituito il Presidente Eletto Wayne Palmer nel day 6, dopo problemi di salute e artefice di decisioni molto discutibili, ha finalmente concluso il suo mandato e sta cedendo il posto al primo Presidente Donna della Storia degli Stati Uniti: Mrs. Allison Taylor. Taylor dopo un summit per la condivisione di alcune azioni politiche con Daniels, viene informata della situazione in Sangala e della decisione attuate dal suo predecessore di evacuare i cittadini americani dalla regione sudafricana e non agire militarmente, mossa sicuramente più saggia vista la scarsa potenza militare del Generale Juma. Si insedia così nella mente della Signora Taylor un dubbio sulla lealtà di Daniels e se qualche sporco piano da attuare alle spalle del nuovo mandato presidenziale.

Che dire, un’evento speciale che ci fa ritornare la voglia di 24, in un film che tenta di analizzare il nuovo sistema governativo che va formadosi e i nuovi personaggi presenti nella serie, tutti veramente ben caratteristici e caratterizzati. Non ci resta quindi che aspettare la doppia serata di premiere del 11 e 12 Gennaio sulla Fox che darà inizia ad un altra fantastica avventura della real-time series per eccellenza, fidandoci delle parole di Kiefer Sutherland quando dice che la settima sarà la miglior serie di 24 mai fatta, in fondo i presupposti ci sono tutti.

  • Effetti visivi : 7
  • Regia : 8
  • Audio : 6.5
  • Storia : 7-
  • Character : 9
  • Apprezzamento Personale (A.P.) : 7.5
  • Voto complessivo : 7

3 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *