Home » Eden – It’s an endless world (Hiroki Endo)

Eden – It’s an endless world (Hiroki Endo)

Eden - It's an endless world cover

Titolo: Eden – It’s an endless world
Autore: Hiroki Endo
Genere: Drammatico, Azione, Cyberpunk
Tipo: Seinen
Numeri totali: 18
Distributore italiano: Planet Manga

Che forma hanno i capolavori? Spesso se ne parla come se li contornasse una luce magica, un qualcosa di speciale che li fa distinguere dagli altri a prima vista.
A volte però un capolavoro nasce e si evolve pian piano, partendo in genere da uno spunto geniale.
Eden, 18 numeri totali, è un fumetto magico, d’altri tempi. Di tutti i fumetti letti fino ad oggi nessuno è mai stato così, sotto ogni punto di vista.

La trama

In un futuro prossimo un virus inizia a sterminare gran parte dell’umanità. Il virus verrà chiamato “Closure Virus”, e i danni sono disastrosi. Avviene una cristallizzazione del corpo dopo una totale assenza di sangue. Una cosa tanto macabra quanto pericolosa.
Il 15% della popolazione mondiale viene totalmente azzerato dal virus, per fortuna che alcuni esseri umani paiono avere gli anticorpi per sostenerlo.
In una piccola isola va ad aprirsi il sipario di questo fumetto. Un’isola che, come tante altre, teme lo spettro del Closure Virus. Enoa ed Elia sono due giovani che a quanto pare non sono affetti dal virus e che vivono in quest’isola, circondati da medici e da alcuni parenti rimasti ancora in vita.

Il manga

Eden è un manga come nessun altro. Non fatevi ingannare dal piccolo accenno della trama. Non a caso il genere non è uno Shonen (per ragazzi) ma un Seinen (per maggiorenni).
Eden racconta della vita in tutte le sfaccettature, ed anche della morte, partendo dal disegno di un mondo quasi senza speranza ma pieno di persone che combattono per sopravvivere. A partire dalla guerra, dai dissidi, dai problemi famigliari, Eden vi disegnerà un mondo che faticherete a credere come immaginario, come irreale. In ogni pagina si mostra la vita e la morte per ciò che sono, fredde, tragiche, a volte felici. Senza mai nascondere i lati più crudi e duri di esse.
Eden vi parlerà dell’amore, di come le cose girino intorno ad esso, e dell’odio e della vendetta, e vi parlerà di Dio (quello quasi sempre), di chi ci crede e di chi l’ha abbandonato. E ci saranno complotti mafiosi, vendette per droga, morti che non vorreste vedere, e baci che finalmente arrivano. In 18 numeri un mondo intero viene disegnato, ed in mano ai mille protagonisti (di cui Elia ed Enoa sono solo la prima fase) prende vita, si forma, e si conclude con tutto quello che avreste voluto sapere. Evolvendosi in maniera impredicibile e concludendosi in maniera unica. Ed anche le copertine sono magiche, come infatti il dualismo tra prima ed ultima cover. E come lasciare da parte le costolette di ogni fumetto, dove l’autore ogni volta ci sorprende con le sue parole?

Ecco qual’è la forma di un capolavoro. Assoluto e senza confronti nel rispetto del panorama manga italiano.
Ad oggi, non c’è niente che possa contrastare la bellezza di questo fumetto, la sua completezza, e la sua perfezione. Nulla, se non Eden.

Disegno: 8,5
Storia: 9,5
Character: 9,5
A.P.: 9,5
Voto Complessivo: 9,5

Andrea (sdl)

4 comments

  1. Beh, mesenzo, eden è sicuramente un fumetto particolare, ma nella sua originalità è perfetto e reale. A qualcunon non può piacere proprio per questo modo di mostrare le cose. L'unico limite di apprezzamento è questo. Per la storia di ritrovarlo non saprei. Magari una buona parte si. Dopotutto i più complicati da trovare li hai già.

  2. sommococa says:

    Mesenzio, ti posso prestare fino all'11, i restanti non li ho (ma penso che si trovino easy).

    Concordo sul fatto che sia un C A P O L A V O R O del quale ho abbandonato la lettura solo x l'infinito tempo di attesa tra un numero e l'altro (me ne scordavo!)

  3. Cano says:

    Indubbiamente uno dei migliori fumetti degli ultimi anni. Forse un attimo di debolezza nella parte centrale, ma il fumetto è superlativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *