Home » Eli Stone – Stagione Due

Eli Stone – Stagione Due

elistone1

Titolo Originale: Eli Stone
Genere: Commedia Legale Musicale
Anno: 
2008
Nazione: U.S.A.
Serie: 2
Episodi: 22(26)
Sito Ufficiale: http://abc.go.com/primetime/elistone/
Cast: Jonny Lee Miller, Victor Garber, Natasha Henstridge, Loretta Devine, Sam Jeager, James Saito, Matt Letscher, Julie Gonzalo
Data di messa in onda: Dal 14 Ottobre 2008 su A.B.C. (U.S.A.), dal 17 Marzo 2009 su Fox (ITA)
Produzione: Greg Berlanti, Marc Guggenheim, Ken Olin
Ideatore: Greg Berlanti e Marc Guggenheim 
Sceneggiatura:
 David Andron, Glen A. Larson

 

Torna l’avvocato più eccentrico d’America nel canale americano ABC, carico per l’ottimo successo ottenuto con il suo esordio, tenta la sopravvivenza per un altra stagione in un network quanto mai severo e terribilmente materialista.

I primi tredici episodi ci hanno fatto conoscere il personaggio di Eli (uno straordinario Jonny Lee Miller) per quello che è, sottolineando i suoi drastici cambiamenti avvenuti dalla scoperta dell’aneurisma, il suo carattere umanitario e i suoi metodi poco ortodossi
Il giovane avvocato, dopo un’iniziale incredulità sulla predestinarietà della sua vita e sui suoi potere, passa ad una fase di accettazione nel quale riesce a esprimere al meglio tutto il suo potenziale, compiendo grandi imprese, sia in carattere giudiziario che emozionale, e riscuotendo gioiosi consensi e aspre inimicizie.

425holmesmillerelistone2101508
Un nuovo ingresso nel cast di Eli Stone: Katie Holmes

Tutta la prima stagione gira intorno alle sue problematiche. A livello personale egli si ritrova il grande problema delle visioni, caratterizzate dal fatto di apparire sempre nei momenti meno opportuni e diventando via via sempre più incomprensibili, distruggendo nel frattempo ogni suo tentativo di socializzazione. Nei rapporti interpersonali, invece, egli deve combattere con la sua totale onestà e l’incapacità di mentire a fin di bene, aggiungiamoci poi il suo comportamento a dir poco eccentrico e l’incredulità delle persone a qualcosa di astratto e possiamo intuire il mondo del nostro speciale avvocato.

Tutto questo, come detto nel precedente articolo, porta la serie ad un iniziale giudizio di surrealità o banalità; ma sta proprio qui la bravura dei due ideatori: nel rendere il tutto veramente semplice, rapportando alla realtà una cosa di tale grandezza come niente fosse e facendo si che questo dono appaia più come una abilità fuori dal comune che come un miracolo. Eli Stone riesce a entrarci nel cuore con la sua simpatia e il suo buon animo, condividendo con noi sia i momenti più bui che quelli gioiosi, come una catapulta che ci lancia al centro del suo panorama, egli riesce a farci sentire parte del miracolo o almeno parte della sua vita.

pondering-life
Un Jonny Lee Miller sempre fantastico nella sua interpretazione

La seconda stagione riparte da qui, presentandoci fin da subito un Eli Stone esternamente identico, sia dalla parte estetica che emotiva, lamentando però la mancanza di un qualcosa. Già perchè la prima serie ci lasciava in sospeso sulla rischiosa operazione al cervello che il protagonista intraprendeva per eliminare l’aneurisma, mostrandoci un esito positivo ma senza sapere fino a che punto.

La commedia legale riprende, a livello temporale, sei mesi dopo l’operazione con un Eli in gran forma, senza più allucinazioni, visioni e falsi profeti, ma semplicemente con una carriera da rimettere in sesto. Nel frattempo nuove vie si sono aperte, nuove possibilità si avviano a prendere il largo, appaiono nuove amicizie e altre scompaiono inesorabilmente. Ma si sa Dio non è uno che molla facilmente e sta li a mettere il suo zampino e ricordare che da lui nessuno può fuggire.

081014sigourneyweaver
Un piccolo e famoso Cameo

Eli Stone cambia notevolmente registro perdendo in parte quell’appeal che lo aveva caratterizzato per tutti i primi 13 episodi.
Sebbene un’iniziale exploit renda avvincenti la prima manciata di episodi, la serie ha un drastico calo, cercando di compiere una specie di mutamento a favore di una futura longevità d’episodi.
Se infatti l’esordio televisivo caratterizzava l’avvocato di visioni sporadiche e apparentemente casuali, le quali egli avrebbe dovuto comprendere e collegare a persone o fatti che si intrecciavano con la sua vita; nella seconda parte Eli muta paradossalmente gli argomenti delle sue visioni, andando a prevedere addirittura il futuro o probabili situazioni.
Volendo arricchiere questi temi con un po’ di eroicità umana, la voglia di controllare l’incontrollabile e  mistiche tecniche di agopuntura mischiate alla magia nera, capirete quanto diversa può apparire questa nuova stagione.

Eli Stone cambia anche a livello di personaggi secondari. Mentre prima i protagonisti più sviluppati erano quelli che interagivano più animatamente con l’avvocato, nella seconda stagione abbiamo vere e proprie storie laterali trattate ampliamente che, nella propria bellezza, tolgono solamente spazio al personaggio di Eli, adducendo noia in punti magari fondamentali della serie.

Il famoso e immenso studio in cui è associato Eli
Il famoso e immenso studio in cui è associato Eli

Tirando finalmente le somme possiamo dire che dopo la premiere Eli Stone era riuscito ad appassionarci e  commuoverci con le sue avventure e il suo carattere tanto umile e tanto dolce. Nella sua prosecuzione però il calo è drastico (nonostante i primi episodi davvero ben fatti) cercando di coinvolgere troppi fattori e troppi personaggi in un filone già abbastanza complesso e di difficile realizzazione. Inoltre ora come ora la seconda stagione non possiede nemmeno un finale, vista la scelta del network ABC di sospendere la serie a causa degli insufficenti dati d’ascolto, lasciandoci a bocca asciuta proprio in un punto molto interessante e curioso.
Che dire, una scelta comprensibile visti i dati della serie, forse un po’ troppo eccessiva per noi più sentiti fan della serie che ancora sperano nella trasmissione degli ultimi episodi rimasti e magari nell’abbraccio, da parte di qualche altro network, del progetto televisivo, come accaduto con altre produzioni.

Nell’attesa intanto possiamo gustarci i nove episodi di Eli Stone seconda stagione, in anteprima assoluta e direttamente in italiano sul canale Fox di Sky da martedì 17 marzo 2009 con la messa in onda di un episodio settimanale.

Voti

  • Effetti visivi : 7
  • Regia : 7.5
  • Audio : 6.5
  • Storia : 6+
  • Character : 7.5
  • Apprezzamento Personale (A.P.) : 6.5
  • Voto complessivo : 6-

6 comments

  1. Davide says:

    Alla fine Fox ha trasmesso tutti e 13 episodi della seconda serie e non soli i primi 9. Negli States solo ora l'ABC ha deciso di trasmettere gli tulimi 4, proprio a partire da sabato 20 giugno 2009.. Il finale è ovviamente da "fine stagione" e non da fine definitiva della serie, e quindi lascia in piedi tutti i possibili sviluppi della vita di Eli. Sono d'accordo cmq con l'articolo e putroppo a parte i primi 2/3 episodi la trama perde di appeal e si perde in storie che annoiano un po, pasticciando un po troppo con spiritualità e magia nera, lasciando lo spettatore in attesa degli sviluppi più interessanti che sembrano però non arrivare mai. In realtà torna proprio ad essere interesante nelle battute finali degli ultimi episodi quando però sembra essere troppo tardi almeno per la ABC che lo ha tagliato privandoci della terza serie. Almeno per il momento.

  2. Dany says:

    Si sono daccordissimo, settimana scorsa grazie a Fox di sky sono riuscito anche io a terminarla in italiano e devo dire che le ultime puntate risultano carine, alzerebbero forse un po' il voto finale, aprono qualche strada nuova (vedi l'eventuale ritorno di Grace) ma la strada intrapresa sulla religiosità (ossia nella prima serie la incertezza su tale fatto rende tutto piu interessanto, qui dare forma, voce e opinione a Dio mi sembra forse troppo esagerato) trasforma tutto in banalità.

    Resta il fatto che come umorismo, appeal e spiritualità Eli Stone risulta sempre molto vincente, sopratutto grazie a Jonny Lee Miller….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *