Home » Una Notte da Leoni

Una Notte da Leoni

unanottedaleoni

Titolo Originale: The Hangover
Genere: Commedia
Anno: 2009
Durata: 98′
Regia: Todd Phillips
Nazione: U.S.A.
Sito Ufficiale: http://hangovermovie.warnerbros.com/
Cast: Ed Helms, Heather Graham, Bradley Cooper, Justin Bartha, Mike Tyson, Zach Galifianakis, Jeffrey Tambor, Ken Jeong, Ian Anthony Dale, Racheal Harris
Data di uscita: 5 Giugno 2009 (USA) – 19 Giugno 2009 (Ita)
Sceneggiatura: Jon Lucas, Scott Moore
Produzione: Benderspink, Green Hat Films,. Legendary Pictures
Distribuzione: Warner Bros

Una notte da leoni (The Hangover in originale, traduzione: I Postumi) è la nuova commedia del regista Todd Phillips (già autore di commedie del calibro di Starsky&Hutch, Old School, Road Trip) che, dopo il grande successo ottenuto dall’ultima pellicola con Ben Stiller (Tropic Thunder, Notte al Museo 2) e Owen Wilson (Io & Marley) torna negli schermi cinematografica con un’altro prodotto dedito all’ironicità e all’assurdo delle azioni umani.

La vicenda vede i nostri quattro protagonisti pronti per la partenza verso Las Vegas dove festeggieranno, con una notte di follia, l’addio al celibato di Doug (Justin Bartha – Il mistero dei templari, The Rebound), il quale convolerà a nozze da lì a due giorni.
Il gruppo, oltre a Doug, è formato da Phil Wenneck (Bradley Cooper – Yes Man, Nip/Tuck, The Rocker) un insegnante annoiato dalla sua vita matrimoniale, Stu (Ed Helms – Mostri contro Alieni, Notte al Museo 2) un dentista oppresso dalla sua ragazza, la quale lo controlla in ogni sua mossa, e Alan (Zach Galifianakis – Tru Calling, Into the wild) , il futuro cognato di  Doug, un personaggio tanto asociale quanto stravagante.

I quattro eroi carichi più che mai e pronti ad una grande notte di baldoria partono all’insegna di una serata di pura follia, raggiungendo il loro hotel 5 stelle a Las Vegas (il Ceasers Palace) solo nel tardo pomeriggio, dove decidono di fare la prima pazzia della serata: annullare la loro mini camera e spassarsela in una mega suite da quasi 5000 $ a notte.

Pronti per la serata, dopo una doccia e qualche ora di riposo, i protagonisti si accingono a consumare la notte, dando inizio alle danze con un brindisi sul tetto dell’hotel a ritmo di Jegermaister condito con qualche pastiglia speciale.

Da qui i nostri amici non ricorderanno più nulla e si risveglieranno il pomeriggio successivo nella loro suite, ridotta in modo inimmaginabile, con un post-sbronza clamoroso, ospiti inattesi in camera e presenze mancanti.
Inizierà qui la loro odissea nella ricostruzione della serata precedente e la risoluzione di tutti i gran casini combinati da sbronzi.

Todd Phillips a distanza di qualche anno dal remake cinematografico di Starsky & Hutch, con il quale aveva trovato ampie conferme nel suo tipo di commedia, riesce a colpire nuovamente il pubblico, conquistando un grandissimo successo con un format sicuramente già sfruttato nel pianeta Hollywood.

La commedia di Una notte da leoni si dimostra leggera ed esuberante, trovando nei suoi perfetti tempi comici, un ritmo che tiene alta l’attenzione di chi guarda per tutta la durata. La costruzione dei personaggi, seppure sia molto in secondo piano, appare minuziosa, inserendo i nostri eroi nel paradiso dei bravi ragazzi che per una notte si lasciano andare agli istinti giovanili e alla follia pura, tornando nei loro abiti borghesi in tempo per il matrimonio del festeggiato.
La sceneggiatura, nonostante abbia quel già tocco di “già visto“,  rimane ben intricata e complessa, inserendo,  nella ricostruzione generale della notte precedente, eventi quanto mai improbabili e personaggi assolutamente sconosciuti.
Ed è qui che Phillips supera la già ben ampia sufficienza. Con un velo di leggerezza ironica e mentale riesce a erigere qualcosa di concreto ed emozionante che si inanellerà nel cuore dello spettatore, vicino ai ricordi, o i non-ricordi, di nostra passata notte di follia pura.

Oltre il lavoro del regista, brilla decisamente il personaggio di Bradley Cooper (Yes Man, The Rocker, Nip/Tuck) che finalmente dopo moltissime apparizioni cinematografiche e televisive, nelle quali era già artefice di ottimi personaggi ma sempre eclissato da altre personalità, riesce a mostrare tutto il suo talento e la sua grande arte recitativa, aprendosi moltre strade future per una brillantissima carriera (non che non lo fosse, anzi negli anni ha ottenuto numerose parti cinematografiche).

Un film per cui sicuramente vale la pena pagare 8 euro di biglietto al cinema, solo per il gusto di ridere a crepapelle per 1 ora e mezzo e  impazzire per il finale nei titoli di coda che è qualcosa di indimenticabile.

Voti

Effetti Visivi: 7
Audio: 7
Storia: 7.5
Character: 8
A.P. : 8.5
Voto Complessivo: 8

Curiosità

  • In Italia, la pellicola ha guadagnato poco più di 2 milioni di € in sole tre settimane, mentre in America ha totalizzato 200 milioni di dollari nelle prime 5 settimane.
  • Visto il grande successo riscosso da “Una Notte da Leoni” al botteghino, è già in programma un sequel che sarà realizzato nel 2010 con uscita cinematografica nel weekend del Memorial Day 2011, stesso periodo di quest’anno per l’uscita del primo capitolo.
  • Con un budget di 40 milioni di dollari, il film ha guadagnato mondialmente, un totale di 351 milioni di dollari.
  • Mike Tyson esegue un cameo nel film, interpretando se stesso.
  • Todd Phillips appare in una scena della pellicola, interpretando un uomo, che, insieme alla sua donna, si atteggiano a comportamenti poco privati, nell’ascensore dell’albergo.
  • Inizialmente Lindsay Lohan doveva interpretare il ruolo di Jade, la spogliarellista che sposa Stu, ma rifiutò affermando che lo scipt non aveva potenziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *