Home » Inception

Inception

Titolo Originale: Inception
Anno: 2010
Nazione: USA
Genere:Fantascienza/Thriller
Durata: 147′
Regia: Christopher Nolan
Cast: Leonardo DiCaprio, Joseph Gordon-Levitt, Ken Watanabe, Marion Cotillard, Ellen Page, Tom Hardy, Cillian Murphy, Tom Berenger, Michael Cane, Lukas Haas, Tohoru Masamune
Data di uscita cinematografica: 24 Settembre 2010 (ITA), 16 Luglio 2010 (USA)
Produzione: Sincopy, Warner Bros Picture
Distribuzione: Warner Bros. Picture Italia

Era da tanto tempo che non attendevo un film con così tanta ansia. Ho aspettato per mesi e mesi l’uscita di Inception, tra le pubblicità virali e i rumors super-segreti che Nolan faceva trapelare, ho atteso imperterrito anche il ritardo di distribuzione della Warner Bros Italiana, la quale ha voluto aspettare il rientro autunnale per attirare più gente al cinema.
Ma finalmente Inception è al cinema e senza timore di subire una delusione immane (come spesso accade nei film tanto acclamata vedi Avatar) ho assistito allo spettacolo cinematografico di casa Nolan.

Che dire…. a mio parere Inception è un capolavoro assoluto, forse la mia passione e mania su questo film mi porta a estremizzare le cose, ma cercando di essere il più obbiettivo possibile, posso affermare con rigore che rimane comunque un capolavoro (basta solo notare un Rotten Tomatoes che lo valuta 87% per capire che forse non sono tanto lontano dalla realtà).

Christopher Nolan, il regista britannico che negli ultimi anni ha incastonato perle del calibro di The Prestige, Memento e il reboot della serie del Cavaliere Oscuro, ci presenta finalmente il suo progetto più importante e maestoso, scritto e rimaneggiato per 12 anni direttamente dalla propria mano e appoggiato convenzionalmente dalla Warner Bros che ha stanziato addirittura un budget di 200 milioni di dollari senza batter ciglio.

Le fantastiche ambientazioni scelte da Nolan

Dom Cobb (Leonardo Di Caprio – Shutter Island, Revolutiionary Road) è il miglior ladro al mondo nella pericolosa arte dell’estrazione. Il suo lavoro consiste nel furto di importanti segreti personali/lavorativi/affettivi dal profondo subconscio mentale, ingannando la mente durante il suo periodo più vulnerabile, lo stato onirico.
Cobb viene assunto dai grandi industriali per compiere spionaggio industriale tra i personaggi più rilevanti nel mondo degli affari o in eventualità, per addestrare le menti ai possibili attachi di estrattori concorrenti che vogliano estorcere informazioni.

Assieme a Cobb, lavorano Arthur (Joseph Gordon-Levitt – G.I. Joe, 500 Giorni insieme) un impostato ma ottimo manipolatore e suo compagno da svariati anni, Eames (Tom Hardy – RocknRolla) un grande falsificatore capace di prendere le sembianze di qualunque persona durante la fase onirica della persona ingannata e Ariadne (Ellen Page – Juno, X-men 3) un giovane e brillante architetto, alle sue prime esperienze con la costruzione degli ambienti nel mondo dei sogni.

Una costruzione scenica senza eguali

Cobb, criminale ricercato nelle terre Americane, viene raggiunto da un’offerta tanto importante quanto ardua; talmente difficile da essere ritenuta per molti impossibile.
Il ricco magnate Saito (Ken Watanabe – Batman Begins) chiede al ladro di imprimere un’idea nella mente di un suo rivale imprenditoriale; un innesto mentale (INCEPTION) che lo convinca a dividere il suo impero economico alla morte del padre.
In cambio di questo difficile e impossibile processo inverso, Cobb, potrà tornare a calpestare il suolo americano, libero da qualunque accusa e con la possibilità di poter riabbracciare i propri amati figli.

Gli estrattori entrano in azione

Nolan costruisce una pellicola meccanica e complicata, dotata comunque di una razionalità e una coerenza narrativa sempre regolare e logica, compone una complessa matriosca di livelli che vanno a chiudersi perfettamente uno dentro l’altro, senza mai strafare con il classico “metodo americano“.
Le convenzioni, le particolarità e i modus operandi degli estrattori vengono trattati con una leggerezza tale da farci sentire a nostro agio nel mondo onirico,  talmente leggeri da quasi passare inosservati nella narrazione.
Il regista britannico sfrutta ampliamente l’abusata e difficile tematica del limbo e dei sognatori, costruendo una scatola cinese talmente perfetta da rendere il suo Inception, una creatura perfetta, priva di paradossi, libera da incongruenze, ma sopratutto (quello che conta) credibile e condivisibile in ogni minimo dettaglio.

Leo DiCaprio, uno tra i più grandi attori degli ultimi anni

La tensione continua annichilisce la noia dello spettatore, il quale rimarrà incollato allo schermo per tutte le due ore e mezzo di cellulosa, navigando per tutte le situazioni senza mai avere la possibilità di fermarsi a riflettere o di distrarsi.
La caratteristica fondamentale di Nolan è forse però il suo punto debole. Se la condivisibilità totale, la normalità stilistica nel quale uno spettatore si confà è la chiave del suo cinema, per contro gli inibisce la possibilità di rimanere nella grande storia,  mancando di quell’epicità che ha reso famosi registi del calibro di Scorsese e Michael Mann.

Non rimarrà impresso per anni nella memoria del Cinema Moderno, non verrà usato come esempio per i giovani registi in erba e probabilmente non otterrà il titolo di nuovo cult cinematografico, ma di certo ad oggi Inception di Christopher Nolan è capolavoro che rasenta la perfezione… così è, e così rimane.

Disclaimer: Saranno forse esagerati i voti e sarò molto probabilmente di parte, ma Inception si merita il massimo in tutto, perchè in un epoca così piena di schifezze e operazioni commerciali, vedere pellicole di questo calibro è una cosa più unica che rara.

Voti

  • Effetti visivi : 9
  • Regia : 10
  • Audio : 9
  • Storia : 10
  • Character : 10
  • Apprezzamento Personale (A.P.) : 10
  • Voto complessivo : 10

5 comments

  1. Davvero un bel film con un ottimo finale. Inception sta all'altezza delle aspettative.

    Non condivido assolutamente i voti, che mi sembrano in contrasto proprio con l'ultima frase della recensione che riconosce alcuni limiti della pellicola (fermo restando che, complessivamente, è un film che si merita almeno 8 1/2 come voto complessivo per l'alta qualità del lavoro e del risultato).

    Il film risulta essere un attimo troppo "documentario" in alcuni tratti, ciononostante riesce ad emozionare e coinvolgere.

    Difficile il ruolo di di Caprio che per la seconda volta (dopo Shutter Island) si trova nuovamente in situazioni sogno/non sogno.

    Ma alla fine la capacità tecnica dell'attore e del regista sopperiscono a questa mera problematica commerciale.

    Insomma, forse è un film che molti non ricorderanno ma Inception rimane comunque e senza ombra di dubbio, un film da vedere.

  2. Dany says:

    Non esiste un voto per l'epicità del film perchè non è una cosa valutabile materialmente. Già solo il fatto che ogni persona si scervelli a capire le ambiguità e non riesca a darsi una risposta certa sopperisce il fatto. Per cui: ogni voto è pesato singolarmente e valutato giustamente, partendo dagli effetti visivi (guadare la costruzione dei livelli onirici come è fatta in maniera perfetta e immagina di girare tutto ciò, non ho dato 10 perchè la scena del camion diventa leggermente ripetitiva).

    Altro che può essere sindacabile sono i personaggi. DiCaprio è difficile da valutare per chi nn lo segue regolarmente, sembra passare inosservato ma il suo charme è unico.

    Sopra di lui c'è Cotillard che è quasi ai livelli di La Vie en rose (cn cui ha vinto l'oscar).

    La storia: ci mette 2 ore dopo il film a digeririla, e ancora non riesci ad avere chiaro tutto. I particolari sono talmente bene costruiti e studiati che tutto torna e dove non torna non capisci mai se è voluto o no.

    Non posso scendere sotto il 9.5; il duro lavoro e la soddisfazione totale per un film è difficile da trovare ed erano anni che non li provavo, se lo merita, tralasciando la mia prefernze personale.

  3. Hysteria says:

    anche io non condivido i voti, ma ottima recensione. ottimo film. e pure dicaprio (che mi stava sul cazzo) adesso mi piace di più ^_^

    Il film poi è veramente complicato e bisogna scervellarsi per capirne alcune parti (almeno nel mio caso).

  4. Slask says:

    Stupendo, pensavo che sarebbe stato difficile replicare il successo (artistico) di Memento o The Prestige, ma Nolan continua a stupire. Ancora non scalza The Dark Knight, che per me resta il suo apice, ma diamine, 10 anni e 7 film dopo questo cineasta continua a migliorare costantemente, nonostante il suo talento abbia raggiunto livelli vertiginosi.

    Un film che non verrà dimenticato, poco ma sicuro.

  5. Sara says:

    Che dire… anch'io non attendevo un film così tanto da… non ricordo nemmeno da quando…

    Non so se è un capolavoro, forse no, però di sicuro è un bellissimo film e come ha scritto Dany oramai non capita spesso di dirlo visto le pellicole che ci sono in circolazione!

    A me Di Caprio piace sempre di più, trovo che sia diventato un ottimo attore e forse sarebbe anche l'ora di premiarlo per i risultati che ha ottenuto, ma devo ammettere che mi ha molto impressionato, in modo positivo è ovvio, anche Joseph Gordon-Levitt (che io ho adorato in "500 giorni insieme"!).

    Pensavo che mi sarei trovata di fronte una trama incasinatissima, sì è vero non è delle più semplici ed è molto articolata, però scorre via bene, quindi tanto di cappello a Nolan per aver scritto una sceneggiattura così complessa, ma tutto sommato lineare.

    Certo, dopo l'entusiasmo iniziale post visione, ripensandoci bene delle "incongruenze" ci sono o comunque qualche dubbio te lo solleva questo film, uno su tutti riguardo il finale. Ho letto e sentito discutere moltissimo a tal proposito, qualcuno ne è rimasto anche molto deluso, ma io mi chiedo: dobbiamo per forza darci una spiegazione sul finale? Il bello non è proprio questo, ovvero che ognuno possa dare la sua interpretazione su come siano andate le cose?

    Ah, dimenticavo! Le musiche di Hans Zimmer sono fantastiche (specialmente "Time"!), ma per me il tema musicale di Zack Hemsey utilizzato per il trailer di Inception è insuperabile, ipnotico!

    P.S. Complimenti a tutti quelli che gestiscono questo sito… è sempre bello vedere persone appassionate di film, serie televisive, libri o musica, condividere le proprie passioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *