Home » High School of the Dead

High School of the Dead

Titolo: High School of the Dead
Episodi: 12
Genere: Azione
Anno: 2010
Produzione: Madhouse

Da qualunque titolo che termini con “… of the Dead” ci si può aspettare una trama sola: un’invasione di zombie e un gruppo di personaggi che prova a sopravvivere facendo schizzare cervelli in aria. Highschool of the Dead non fa eccezione e, pertanto, la trama è completamente descritta nella frase precedente.

I nostri eroi.

Highschool of the Dead è quindi la storia di cinque liceali e dell’infermiera della scuola che si ritrovano la scuola attaccata dagli zombie e cercano di salvarsi la pelle come meglio possono, utilizzando le proprie rispettive capacità. Abbiamo quindi il protagonista leader del gruppo, l’amico capace di sparare come un cecchino con qualsiasi arma (compresa una sparachiodi), la amica del protagonista che se la cava con la lancia, la seconda amica con un’ottima intelligenza e la senpai spadaccina provetta, nonché la suddetta infermiera che essendo l’unica adulta è l’unica che sa guidare.

Posizione di tiro?

Poiché la trama è dunque praticamente assente, con cosa vengono riempiti i dodici episodi della serie? La risposta è tripla: fuga dagli zombie, sterminio di zombie, nudi femminili. Arrivando a personaggi femminili seminudi che sterminano zombie per permettere a altri personaggi femminili seminudi di scappare. Il tutto con armi sempre più grosse e potenti. C’è da dire che il disegnatore del manga da cui è stata tratta questa serie è nato come disegnatore di hentai. Si nota. Specialmente per il fatto che ogni ragazza della serie ha un seno enorme per cui le comuni regole della fisica non valgono.

Poverina, è stanca, è comprensibile che si sia scordata di vestirsi.

C’è quindi qualcosa da salvare in questa serie? Sì. È divertente. Non è possibile prenderla sul serio. È evidente che gli autori si stanno divertendo coi loro personaggi, mettendoli in situazioni sempre più ambigue e sempre più splatter. Gli episodi scorrono rapidi tra le varie gesta prive di senso o decisamente impossibili dei protagonisti, una più eclatante dell’altra. Le sequenze d’azione sono animate bene e piacevoli da vedere, per quanto inondate di fanservice. Se quel seno può ballonzolare, lo farà. La colonna sonora è ben fatta, con una buona OP e una ED differente per episodio.

Perizoma, grembiule e katana. Il completo del vero spadaccino. Sì, c'è anche una katana.

Preso con la giusta leggerezza, può risultare una buona visione per chi ama una trama da b-movie e non si irrita di fronte a dosi eccessive di fanservice.

Voti:

Animazione: 8
Audio: 7,5
Storia: 5
Personaggi: 5
Apprezzamento Personale: 7,5
Voto Complessivo: 6,5

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *